Operazione Orso Invisibile

Sezione dedicata alla presentazione e gestione di missioni e campagne di gioco su ArmA 3
Rispondi
Dewidd
Messaggi: 4
Iscritto il: mer apr 03, 2019 5:47 pm

Operazione Orso Invisibile

Messaggio da Dewidd » mer set 25, 2019 9:12 pm

Missione Completata

All'indomani dell'auto-attribuzione, mediante decreto, del presidente Mohamed Morsi (Agosto 2007) di ampi poteri nel campo del potere giudiziario, giustificandosi di voler rendere non impugnabili i suoi decreti presidenziali per mettere al riparo il lavoro dell'Assemblea Costituente incaricata di redigere una nuova Costituzione.

Dal 30 agosto 2008, a un anno dall'elezione del presidente e leader dei Fratelli Musulmani, Mohamed Morsi, il movimento di opposizione ha annunciato di aver raccolto oltre ventidue milioni di firme per chiedere la destituzione del presidente Morsi e per ottenere elezioni anticipate.

Il 2 settembre dello stesso anno, di fronte al movimento di protesta, Mohamed Morsi stringe un’alleanza con il comandante in capo delle Forze armate, Gen. Abdel Fattah al-Sisi.
Numerosi sono stati gli scontri durante la notte con centinaia di morti dopo che molti hanno provato ad attaccare la villa del presidente, ormai anche sede del governo e del movimento di Fratelli Musulmani nella capitale.

Le proteste vanno avanti e il 27 settembre il movimento golpista impone un ultimatum di 48 ore al presidente Morsi. Entro quel tempo il presidente dovrà “dare delle risposte al popolo”, realizzando le loro richieste.

L'ultimatum è stato prontamente rifiutato da Morsi il giorno seguente.
Lo stesso giorno il presidente Morsi lancia un “appello al martirio”, affermando di voler proteggere la democrazia con la sua stessa vita e ribadisce: “Non mi lascerò dare ordini, né dall'interno né dall'estero”.

È qui che entra in gioco il 4TH S.O.G., il recente inasprimento dei rapporti tra l’attuale governo e la popolazione è recentemente degenerata in una vera e propria rivolta con incendi e scontri lungo le strade cittadine.
Il nostro compito tuttavia non sarà sedare tali rivolte ma, innanzitutto, partecipare alla marcia di rivolta che avrà luogo la notte del 29 ottobre per assicurarci che le forze golpiste raggiungano il palazzo del Presidente, ciò significa eliminare TUTTE le minacce presenti dalla piazza, luogo della rivolta, fino al palazzo del governo.
Il secondo compito è quello di raggiungere il palazzo del governo e fare irruzione per primi eliminando il Gen. Abdel Fattah al-Sisi e successivamente il Presidente Mohamed Morsi, utilizzando l’arma del Gen. possibilmente, facendo sembrare il tutto una crisi interna dell’attuale governo con alcuni loro collaboratori militari.

Non serve dire che questa operazione sotto copertura dovrà essere eseguita in maniera impeccabile, non abbiamo alleati né rinforzi, i rivoltosi non sono nemici ma se dovessero vederci non esiteranno a colpire anche noi.
Tale operazione è vitale per la destabilizzazione socio-politica e militare di questo stato e il golpe potrà solo rafforzare il nostro ruolo di superpotenza nel panorama mondiale odierno.

Ricordate l'addestramento, veloci e precisi, sarete cacciatori.
Andate a caccia e portate a termine la missione.

Di seguito trovate la foto dei bersagli da memorizzare.

Rispondi